ESAME COMPUTERIZZATO DEL LIQUIDO SEMINALE

L'esame seminale è l'esame di base capace di individuare la possibilità di ottenere bambini da parte del maschio.

Non è un esame esaustivo, ma è capace di individuare il maschio infertile. Nel caso risulti infertile andranno poi eseguite le ricerche che dovranno evidenziare le cause della infertilità .

E' un esame fondamentale che bisogna eseguire subito ( anche prima del matrimonio) o dopo un anno di rapporti non protetti, che non siano sfociati in una gravidanza.

Oggi si possono eseguire due tipi di esame seminale: quello “ classico ” e quello “ assistito da computer ”.

L'esame classico è ritenuto ormai sorpassato.

L' Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia ai Medici e ai Ginecologi di accettare solo la diagnosi eseguita con il metodo “computerizzato”.

Infatti:

L'esame seminale fornisce soltanto : numero , mobilità e morfologia .

•  Il NUMERO di tutti spermi espresso dall'esame classico non esprime la vera capacità fecondante del seme. Il numero delle forme mobili , come calcolato dal computer, invece la esprime perché conta solo gli spermi capaci di mobilità, scartando gli immobili o i poco mobili.

•  La MOBILITA ' non è un parametro “valutabile ad occhio” come fa l'esame classico, che valuta contemporaneamente centinaia di elementi che si muovono in tutte le direzioni, con caratteri diversi. Facendo cioè una valutazione soggettiva . Il computer, invece, dotato di un adatto software è capace di contare tutte le forme mobili presenti e poi dividerle in classi di mobilità: è capace cioè di digitalizzare il percorso di ogni spermio sul quale calcola la loro Velocità, Linearità e Rettilineità. Compie cioè una valutazione oggettiva .

•  La MORFOLOGIA : l'occhio umano ad occhio non riesce a definire bene tutti i contorni delle forme ovali degli spermi (quelle ritenute fertili), specie in presenza di dismorfismo (alterazione delle forme, che provoca infertilità); il computer invece può farlo, perché misura ogni diametro delle teste, ne calcola il perimetro e poi l'area fornendo così la percentuale delle vere forme ovali.

L'esame computerizzato, invece, fornisce ancora molte altre funzioni della mobilità strettamente correlate con la fertilità degli spermatozoi, che l'esame classico neppure prende in considerazione :

L'ALH (l'indice di spostamento laterale della testa), che esprime da parte dello spermio la capacità di penetrazione del muco cervicale - prima tappa della capacità fecondante di un seme. Il movimento è capace di stracciare le molecole superficiali del muco, permettendo allo spermio di penetrare in esso,se lo spermio possiede un basso ALH non lo penetra);

ALH

il BCF (che esprime la frequenza dei battiti della coda dello spermio, cioè la sua capacità motoria e la sua energia di progressione nei fluidi femminili);

LA VELOCITA ' PROGRESSIVA fornisce la concentrazione di queste forme (che sono quelle considerate “fertili”. Più sono numerose più il seme è capace di fecondazione);

LA VELOCITÀ PROGRESSIVA

la LINEARITA ' e la RETTILINEITA ' (esprimono la capacità di percorrere correttamente i canali che si formano nel muco cervicale femminile durante il periodo ovulatorio - che sono diritti e lineari. Se lo spermio ha una progressione non rettilinea e lineare, ma erratica, rimane impigliato nei canali e non riesce a pervenire in utero):

L'esame del seme resta il primo approccio, ma il più importante per stabilire la capacità fecondante maschile: se è nei limiti non occorrono altri esami. Ma se l'esame computerizzato mostra qualche anomalia, può essere quella la spiegazione delle mancate fecondazioni, dopo un anno di tentativi infruttuosi.

MEGLIO ESEGUIRE SUBITO UN ESAME ASSISTITO DA COMPUTER